La morte arriverà sibilando dal nulla – XI puntata

La mattina è bellissima e mi sento riposato, anche se è ancora molto presto. Nell’aria pulita e fresca, l’anima di questo luogo splende. Splendono le montagne che si affacciano alla mia finestra, splende la valle fino a dove è visibile, splende il bosco con gli alberi immobili nel silenzio. Tutto sembra in attesa di qualcosa. Forse che le case si risveglino, o che la temperatura si faccia più calda, prima che il giorno inizi davvero.

Intanto il sole avanza lungo i versanti e per me si è fatta l’ora di andare. Senza risposta. E per sempre.

Rifaccio il letto con cura, sistemo le poche cose che avevo lasciato in giro e chiudo la casa. La osservo un’ultima volta e poi getto le chiavi lontano, in mezzo all’ombra del bosco.

Carico in macchina quello che mi serve: l’arco, le frecce e poco altro.

Prima di partire faccio un salto al piccolo cimitero. Vicino gli scorre un ruscello che a valle si congiunge con il fiume.

Le due tombe si trovano poco lontano dal cancello di ingresso, sopra al prato che sale in lieve pendenza.

Mia madre. Mio padre. Nella casa eterna della terra.

Di fianco alle loro lapidi c’è uno spazio libero, sufficiente ad un’altra sepoltura.

Peccato.

 

Salgo in macchina e avvio il motore. Guido con precisione, senza fretta. Per raggiungere la città ho tempo fino a questo pomeriggio, quando il Liscio è solito ritirarsi nel suo covo per fare il bilancio della giornata.

Io sarò lì, appostato dietro al muro. E quando verrà il momento sbucherò fuori come un demone e manterrò la mia promessa.

Se non morirà sul colpo, gli chiederò di rivelarmi il suo vero nome. Voglio portarmelo con me nell’altro mondo e regalarlo a Margherita.

Ci vorranno pochi istanti prima che qualcuno, attirato dal rumore, esca dal locale, veda cosa è successo e mi scarichi addosso tutto il caricatore.

Perché nessuno dovrebbe permettersi di uccidere il Liscio.

Ma io lo farò: gli regalerò la sua scheggia di infinito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *